MAIN partner di Engineering nel progetto EnergEtic

(tratto da MAIN News n. 8)

Si amplia la collaborazione tra Management Innovation e Engineering Ingegneria Informatica.

Dopo l’interessante collaborazione per il progetto Sensori (v. Main News n. 5), all’inizio dell’anno è stato sottoscritto un contratto nell’ambito di EnergEtic, un complesso programma di Ricerca & Innovazione che ha come leader il Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi di Catania e come soggetti attuatori del programma alcuni soci del Distretto: STMicroelectronics, Italtel, Engineering, le tre Università siciliane, l’Istituto per le Tecnologie Avanzate (ITA), l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e coordinato dal CNR (gli Istituti IPCF e IMM).

Finanziato per quasi 15 M€ nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività” 2007-2013, rafforza l’impegno di Engineering e di Management Innovation nella realizzazione di progetti ICT innovativi nel settore dell’energia.

I temi che EnergEtic ha l’obiettivo di indirizzare sono quattro:

  • Tema 1: indagherà su Nuovi Materiali e architetture di Celle per Fotovoltaico e comporterà l’ideazione e la progettazione di prototipi di modulo fotovoltaico a film sottile di III generazione e di sistemi fotovoltaici a concentrazione a basso costo basato su celle di silicio.
  • Tema 2: indagherà su Nuovi Materiali per Dielettrici di Gate in Semiconduttori Wide-Band-Gap e realizzerà prototipi di transistor di potenza Multi-Drain, a bassa tensione di soglia, e IGBT nonché realizzerà un prototipo di diodo in SiC ad altissima tensione di breakdown.
  • Tema 3: realizzerà prototipi di sensori wireless per il controllo ambientale, circuiti ultra-low power per power management, RF, e digitali, sistemi per impianti foto-voltaici domestici. Realizzerà anche un prototipo di serbatoio per lo stoccaggio di idrogeno.
  • Tema 4: realizzerà prototipi di sistemi software per la gestione dell’efficienza energetica in building o campus nonché prototipi di sistemi in grado di favorire l’educazione all’uso efficiente delle risorse energetiche.

E la collaborazione tra Engineering e Main è proprio su quest’ultimo tema e svilupperà soprattutto idee innovative e sistemi prototipali per la Consumption Energy Awareness.

Engineering ha già da tempo individuato nell’efficienza energetica un settore in cui vi è ampio spazio per la ricerca scientifica e tecnologica ma anche un nuovo mercato in cui soluzioni ICT tecnologicamente avanzate e una maggiore consapevolezza nell’utilizzo delle risorse possano significativamente contribuire all’eco-sostenibilità.

L’investimento che Engineering continua a fare in tale settore consente di sviluppare un vantaggio competitivo in mercati in cui l’ICT era assente o contribuiva in modo marginale.

EnergEtic è solo l’ultimo di una serie di progetti in questo settore.

BeAware (www.energyawareness.eu), co-finanziato nell’ambito del programma  FP7-ICT-2007 della Commissione Europea, ha sviluppato metodologie e soluzioni tecnologiche per rendere il consumatore domestico di energia elettrica più consapevole dell’uso che egli fa di tale risorsa.

Nel progetto FINSENY (FP7-FI.ICT-2011.1.8), in un consorzio che mette assieme attori di livello internazionale sia nel settore ICT che dell’energia, Engineering sta contribuendo all’identificazione dei requisiti ICT per i Sistemi di Smart Energy contri-buendo alla creazione di una infrastruttura soste-nibile per la Smart Energy basata su prodotti e servizi di cui cittadini ed ambiente beneficeranno.

In INERTIA (FP7-ICT-2011-8), Engineering contri-buisce al superamento dell’inerzia strutturale della rete di Distribuzione dell’energia elettrica introdu-cendo elementi attivi con i necessari meccanismi distribuiti di coordinamento e controllo, adottando i principi e servizi relativi a Internet of things.

INGRID (FP7-ENERGY.2011.7.3-2) vede Engineering coinvolta nella progettazione e realizzazione di un Energy Management System in grado di usare un sistema di stoccaggio basato sulla produzione e l’immagazzinamento di idrogeno al fine di contribuire al bilanciamento di sottoreti di distribuzione a cui siano connessi impianti di produzione da fonti rinnovabili tali da generare flussi inversi di potenza verso l’alta tensione.

Il progetto EnergEtic si inquadra perfettamente in tale contesto di ricerca: in particolare, relativamente alle attività di cui Engineering è responsabile, il progetto mira a far evolvere i risultati di BeAware sia da un punto di vista funzionale, estendendo la Energy Consumption Awareness al contesto del building e del campus, che dal punto di vista tecnologico, adattandosi alla varietà di dispositivi attraverso cui gli utenti potranno accedere alle informazioni relative al loro consumo energetico.

In tal modo Engineering, con il supporto di Management Innovation, mira al perfezionamento delle competenze relative al bilanciamento della rete elettrica, la cui gestione va resa sempre più flessibile allo scopo di contrastare non solo gli effetti di variabilità del carico ma anche la parziale imprevedibilità e territorialità che contraddistingue il diffondersi delle fonti rinnovabili.

FacebookLinkedInGoogle+TwitterGoogle Gmail